“There are nine million bicycles in beijing…”

Ecco, quando penso al nuovo ristorante fusion di Porta al Prato “One night in Beijing” mi viene in mente questa canzone. Che in realtà c’entra  ben poco con l’origine del nome di questo locale… Però riesce bene a catapultarmi immediatamente in quell’ambiente delicato e sognante che è l’oriente più autentico.

Anche l’atmosfera del locale è proprio così: attenta ai particolari, immergente e affascinante. Affascinante come la vera canzone da cui prende (veramente) il suo nome “Una notte a Pechino”, che narra una storia d’amore in una notte nella capitale dell’Impero Cinese. Buio illuminato, sì, ma da cosa? Da foglie di loto sul soffitto, ad esempio, dalle luci di un cocktail bar, dai mosaici delle scalinate rosse, da panorami futuribili di grattacieli senza cima e da ombrellini cinesi rosa che si allontanano in bicicletta. Ho reso l’idea?

Qui siamo lontani anni luce dalle rosticcerie cinesi che pullulano dietro l’angolo, e ci immergiamo in un ambiente più che curato e studiato, che sicuramente si rivolge a una clientela attenta e di livello, e che rinasce sui locali che furono della Rotonda dei Barbetti.

Il ristorante è diviso ancora in tre livelli come era all’epoca della Rotonda. Al piano di ingresso il sushi bar, al primo piano il vero e proprio ristorante, e nella balconata (alla quale si accede da una spettacolare scalinata), un’area lounge e cocktail che sarà animata anche con musica dal vivo. Insomma un posticino davvero carino per una serata un po’ speciale.

Che cosa abbiamo assaggiato? Sotto la regia sapiente di Sun Li Wei, chef di origine cinese ma che vive a Vienna da quando era bambino e dove ha aperto il suo ristorante Küche 18, One Night in Beijing Fusion Bar & Restaurant propone una cucina orientale che si ispira a quella della tradizione cinese, giapponese, vietnamita e thailandese ma i cui piatti sono sapientemente reinventati in stile contemporaneo per soddisfare una clientela sia italiana  che orientale e internazionale.

Il menù degustazione ci ha permesso di fare davvero un viaggio nei tre Paesi toccati dagli chef autoctoni, ovvero Cina, Thailandia e Giappone. I piatti visivamente più belli sono stati sicuramente l’entré Cocktail Xuèxing Malì con bloody mary al wasaby e ostrica servita in coppetta di ghiaccio, e l’ultimo secondo assaggiato, ovvero il tofu con gamberoni. Tutti e due piatti di ispirazione pechinese. Sempre con influenze cinesi, le vongole sakè da gustare con l’altro cocktail, il basil smash, menzione d’onore al barman. Non ho capito moltissimo i pomodorini alla prugna e sesamo, che sicuramente come antipasto leggero potranno comunque essere una buona scelta ma per il mio gusto erano un po’ sbilanciati sulla dolcezza. Di ispirazione thai invece davvero interessante l’insalata con cetrioli di mare e coriandolo. Sul sushi niente da segnalare, se non una nota positiva negli uramaki all’avocado con gambero di Mazara.

Come detto, la carta dei vini comprende circa 45 etichette tra vini toscani, italiani e esteri; la scelta della proprietà è di posizionarsi su una fetta di clientela alta, per serate particolari,  non a caso i vini in carta non scendono sotto i 30€ a bottiglia. Assolutamente da provare il Ferghettina Milledì Franciacorta DOCG brut millesimato 2013, così come i cocktail presenti sul menù… oppure ci si può affidare senza timori al barman che promette di stupirci.

Sul menù alla carta ancora non posso esprimermi perché in fase di studio e cambiamento, avendo appena aperto, e quindi mi prometto di tornarci tra qualche mese per vedere cosa è stato deciso in cucina.

One Night in Beijing
Fusion Bar &Restaurant
Rotonda dei Barbetti
Via il Prato 14/r
Firenze

Apertura dal lunedì alla domenica
Pranzo dalle ore 12 alle ore 15
Cena dalle ore 19 alle ore 22
Bar aperto dalle 18 alle 2.00

http://www.onenightinbeijing.it
mail: ristorante@onenightinbeijing.it

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi